radiofonografo Primo: Achille e Pier Giacomo Castiglioni

radiofonografo Primo: Achille e Pier Giacomo Castiglioni

 

Achille (1918-2002) e Pier Giacomo (1913-1968) sono figli dell’allora popolare Giannino Castiglioni - definito “artista, sì, ma con senso pratico” (da Gianni Biondillo in www.storiemilanesi.org) - attivo a Milano agli inizi del Novecento in Porta Nuova con un proprio Laboratorio di Scultore. Qui i fratelli crebbero vivendo l’arte come cosa domestica e familiare, imparando proprio dal padre l’approccio “plastico” verso il design.

Iniziarono a collaborare insieme nel 1945. Per tutta la vita sperimentarono forme, tecniche e materiali con l’intento di realizzare “processi di progettazione integrale”, in cui componenti essenziali divennero anche le collaborazioni con altre figure professionali come esperti grafici o illustri colleghi. Individuarono, infatti, l’importanza dell’ascolto, dando spazio ad altre voci, anche diverse dalla loro, per arrivare a concepire progetti rivoluzionari, realizzati da aziende illuminate in grado di coniugare cultura, produzione e comunicazione.

2020 09 10 radiofonografo primo l incontro con la storia storia

Molte delle loro opere sono presenti nelle collezioni di Musei di tutto il mondo, - tra cui quattordici al MOMA di New York – ma anche Victoria and Albert Museum di Londra, Kunstgewerbe Museum di Zurigo, Staatliches Museum fur Angewandte Kunst di Monaco, Museo del Design di Prato e molti altri. Rimangono per sempre artisti che hanno lasciato un patrimonio straordinario di cultura, di sapere e di bellezza. Una eredità gioiosa e luminosa di centinaia di oggetti e progetti, che ci accompagnano ancora oggi, non facendoci sentire la loro mancanza.

 

VAI AL PRODOTTO